All posts by Box doccia

5 benefici della doccia con acqua fredda

Fare la doccia è un’abitudine legata all’igiene personale e normalmente preferiamo farla con acqua calda o leggermente tiepida.

E’ risaputo però che la doccia alternata tra acqua calda e acqua fredda è un toccasana per l’organismo e allora vediamo quali sono 5 dei benefici reali di questa pratica.

#1 Migliora la circolazione, beneficio primario per chi ha problemi di circolazione alle gambe poiché favorisce l’ossigenazione dei tessuti

#2 Migliora il sistema immunitario, reagendo nell’immediato alla sensazione di freddo il corpo stimola il sitema immunitario rispondendo meglio a virus e infezioni

3# Risveglia l’organismo, per chi ha l’abitudine di fare attività sportiva la mattina una bella doccia fresca tonifica e prepara alla giornata cancellando la stanchezza

4# Migliora la pelle, sia all’interno che all’esterno mantenendone l’elasticità al contrario dell’acqua calda che favorisce il rilassamento e il comparire delle rughe

5# Migliora i nostri capelli, li rendi più lucenti e idratati. L’uso dell’acqua troppo calda rende i capelli secchi creando, inotre, eventuali problemi di forfora

Questi sono alcuni dei benefici che la doccia con acqua fredda garantisce e naturalmente teniamo presente che, se ancora non abbiamo questa abitudine, dobbiamo iniziare in modo graduale aumentando man mano l’utilizzo dell’acqua fredda rispetto alla calda altrimenti rischi di risultare una tortura più che un piacevole momento.

doccia fredda

 

Ricambi per il box doccia: le guarnizioni

In tempi di crisi si è riscoperto il valore degli oggetti per cui prima di gettare e acquistare nuovamente qualcosa ci si pensa due volte.

Tanto più in casa, se parliamo di mobili e accessori o, come nel caso del bagno, anche di sanitari.

Il box doccia è uno di questi elementi e per quanto si possa non aver speso una cifra esorbitante si può essere oculati e pensare di mantenerlo con un po’ di fai da te.

Si perchè il box doccia che viene usato giornalmente si presta facilmente al deterioramento per alcuni dei componenti come le guarnizioni, le cerniere o i profili.

In pochi passaggi e senza spendere grandi cifre è possibile dunque sostituirli prestando solo attenzione ad acquistare quelli giusti per il proprio box doccia.

Nel caso, ad esempio, delle guarnizioni per box doccia è possibile sceglierli per il modello specifico di box doccia oppure optare per i modelli universali cioè che si adattano a tutti i modelli e sia nella versione semplice che in quella calamitata.

Le guarnizioni sono in pvc con aletta morbida per evitare la fuoriuscita di acqua durante la doccia.

Sono semplici da installare poiché si inseriscono facilmente nella corsia della porta,  nel caso di un box doccia con ante scorrevoli.

guarnizioni per box doccia

 

Per le porte battenti invece saranno più indicate le guarnizioni con aletta a zig zag.

Velocemente potrai quindi ripristinare il tuo box doccia in modo autonomo e assolutamente poco costoso!

Perchè acquistare un box doccia multifunzione?

box doccia multifunzione boxdocciaidromassaggioPer box doccia multifunzione intendiamo una cabina doccia che offre non solo la possibilità di effettuare la classica doccia ma una serie di trattamenti benessere utili a migliorare o ritrovare uno stato fisico e mentale positivi.
Acquistare un box doccia multifunzione è la soluzione ideale per rigenerarsi dopo una lunga giornata piena di impegni.

Tra le tante funzioni offerte da un box doccia di questo tipo, la principale è sicuramente l’idromassaggio.
In questo caso, a seconda della temperatura utilizzata, potrà avere una funzione rilassante e distensiva (con l’utilizzo dell’acqua calda) o rigenerante e tonificante (se utilizzato con l’acqua fredda).

Vediamo quali sono i benefici di un trattamento idromassaggio:

  1. drenaggio dei liquidi in eccesso favorendo una migliore circolazione sanguigna e diminuendo la cellulite
  2. tonifica la pelle: con una seduta anche un paio di volte la settimana per non più di 20 minuti la tua pelle diventa più elastica e appare più “sana”. Se aggiungi alcuni olii essenziali, come la lavanda che ha un effetto equilibrante e favorisce la crescita di nuove cellule o il rosmarino che ha effetto sul rilassamento cutaneo e rassoda la pelle, l’effetto della seduta viene migliorato ulteriomente
  3. se prevista nella cabina multifunzione, la cromoterapia è un altro ottimo trattamento che favorisce il buonumore (con luce gialla o arancio) se effettuato nella doccia del mattino,  o rilassante se svolto la sera (con luce viola o blu)
  4. un ulteriore trattamento da poter svolgere in una cabina multifunzione è il bagno turco per purificare la pelle dallo stress e dall’inquinamento esterno

In conclusione, un box doccia multifuzione ti permette di eseguire un trattamento diverso ogni giorno, come in un vero centro benessere ma con il vantaggio di svolgere tutto quando lo decidi tu e nell’intimità della tua casa.

La vasca con sportello: pratica soluzione alternativa al box doccia

Se inizi ad avere difficoltà motorie e hai il timore che il momento del bagno possa trasformarsi in una trappola abbiamo la soluzione per te: la vasca da bagno sportello.

Si perchè una vasca con sportello ti permetterà di accedere al momento del bagno in tutta sicurezza.

Ti basta aprire lo sportello e richiuderlo con il blocco di sicurezza per riempire tranquillamente la vasca da bagno evitando fuoriusite d’acqua.

Hai, inoltre, la possibilità di sederti e appoggiare la testa su di un cuscino ergonomico. Entrambi gli elementi sono progettati per fornirti maggiore comfort e relax.

I VANTAGGI

  • strutturata internamente in acciaio
  • ingresso con apertura verso l’esterno e blocco di sicurezza incluso
  • pannello che si può spostare a secondo del lato di apertura preferito
  • fondo della vasca e sedile antiscivolo
  • buon rapporto qualità/prezzo

Puoi scegliere tra diversi modelli con misure contenute per cui lo spazio che hai a disposizione non sarà un problema.

E se in famiglia ci sono esigenze diverse è disponibile anche la vasca con doccia.

Sempre con accesso facilitato, grazie allo sportello pratico e maneggevole, ti permette di utilizzare la doccia con l’ausilio di una parete in vetro temperato di facile apertura e completamente in sicurezza.

Perchè il momento del bagno deve risultare piacevole a tutte le età!

 

vasca con sportello

Come sigillare la cabina doccia?

parete doccia2Non sempre è necessario l’intervento di tecnici specializzati per gestire il mantenimento della casa. Ad esempio, se hai necessità di sostituire la cabina doccia puoi approffittare delle numerose offerte on line ed organizzarti in modo autonomo per il montaggio. Solitamente infatti vengono fornite le istruzioni per il montaggio per cui ti devi solo procurare gli strumenti per effettuare questo tipo di lavoro.
Nel caso della cabina doccia l’intervento più significativo è sigillare le pareti della cabina con il silicone poiché un lavoro ben fatto ti eviterà di incorrere in spiacevoli fuoriuscite di acqua durante la doccia.

 

Come fare?
Per prima cosa, procurati il silicone più adatto, solitamente bianco o trasparente e se il bagno è soggetto a muffe scegli quello specifico antimuffa e per facilitarti questa operazione puoi utilizzare la pistola apposita in vendita negli store.
Parti dall’isolamento del piatto doccia prestando attenzione agli angoli tra la parete della cabina doccia e il piatto e dove si incontrano sii un po’ più “generoso” con il prodotto sigillante.
Continua sigillando le pareti della cabina alle pareti del bagno e per effettuare un ottimo lavoro segui la procedura due volte e attendi 24 ore prima di utilizzare il box.

Ricordati infine, che il silicone a contatto con l’acqua nel tempo può perdere l’impermeabilità per cui questa operazione andrà ripetuta in modo regolare.

Realizza la tua cabina doccia su misura

Se il tuo bagno ha delle dimensioni particolari e stai ragionando su come poter inserire una comoda e pratica cabina doccia, la soluzione più semplice è di realizzarla  su misura in modo autonomo.

Come fare?

Innanzitutto, devi verificare dove collocare la cabina doccia per capire di quante pareti verrà composto il box doccia.

Ad esempio, se lo spazio disponibile è una nicchia, sarà sufficiente una parete con apertura laterale o centrale.

parete doccia

Oppure se la tua cabina verrà realizzata in un angolo del bagno potrai optare per due pareti della stessa misura per una cabina doccia classica quadrata. In alternativa, una delle pareti potrebbe essere sfruttata in lunghezza e di conseguenza avere una misura più ampia per una cabina doccia rettangolare.

parete doccia2

Se invece hai la possibilità di utilizzare solo una parete, avrai necessità di 3 pareti che costituiranno il tuo box doccia.

Le caratteristiche delle pareti saranno equivalenti:

  • vetro temperato di 6 mm
  • ante scorrevoli
  • telaio in alluminio
  • altezza delle pareti 185 cm
  • facilità di montaggio

Si perchè potrai acquistare la tua cabina doccia personalizzata direttamente on line e montarla con facili istruzioni. Appena trascorse le 24 ore dal montaggio potrai iniziare ad usarla subito!

Quale piatto doccia scegliere?

Il piatto doccia è la base nella scelta di quella che sarà la cabina doccia.Vediamo allora tra quali modelli poter scegliere in base allo spazio disponibile e al proprio gusto personale.

In generale i piatti doccia si dividono in:

  • quadrati
  • rettangolari
  • semicircolari
  • semicircolari assimmetrici

In particolare poi, vengono realizzati nelle misure standard a seconda della forma:

  • quadrati: 65x65cm  70x70cm  80x80cm  90×90 cm
  • rettangolari: 72x90cm  70x100cm  70x120cm  80x100cm 80x120cm
  • semicircolari: 80x80cm  90x90cm  100x100cm
  • assimmetrici: 70x90cm

I materiali di cui si compone il piatto doccia:

  • acrilico o metacrilato (plastica)
  • ceramica
  • resina
  • pietra naturale ( ardesia o marmo)

La ceramica è il materiale più utilizzato anche se la proposta del piatto doccia in resina ha preso piede nella scelta di un box doccia più attuale e pratico.

Le altezze dei piatti doccia:

  • filo pavimento da 0,5 cm a 5/6 cm circa
  • standard da 7 cm a 12 cm circa

Il piatto doccia a filo pavimento risulta il più utilizzato in funzione di un bagno dal design più moderno.

Infine, la piletta di scarico è l’ultimo elemento ma non meno importante da decidere:

  • per i piatto doccia a filo pavimento è di diam 90 mm con altezze tra i 4,5 cm e gli 8 cm
  • per quelli standard è di diam 80 mm e altezze tra 8 cm e 11 cm

piatti doccia boxdocciaidromassaggio

Come illuminare un box doccia in muratura?

Se il box doccia viene ricavato da una nicchia in muratura priva di luce naturale diventa indispensabile inserire un’illuminazione specifica per poter creare un ambiente pratico e perchè no suggestivo.

Solitamente si pensa che acqua ed elettricità non vadano molto d’accordo.
In realtà oggi questa idea viene stravolta dalle proposte di design che offrono soffioni per doccia con luci integrate che sfruttano l’illuminazione a led per un maggior risparmio energetico.
Inoltre, per aggiungere maggior beneficio al momento della doccia si possono utilizzare luci a led nei colori suggeriti dalla cromoterapia così da riattivare tutti i sensi e raggiungere un maggior benessere per corpo e mente.

illuminazione_box_doccia3

Houzz.com

Se invece non ci fosse la possibilità di installare questo tipo di soffione già integrato si può sempre ricorrere a un sistema di illuminazione che, rispettando alcune norme di sicurezza, garantisca un buon risultato.

Quali norme dunque sono da tenere in considerazione?
La normativa CEE 64-8 da novembre 2012 prevede che non vengano installati impianti elettrici a diretto contatto con l’acqua. Nel caso dunque di illuminazione per un box doccia, il sistema verrà collocato ad un’altezza di almeno 225 cm dal piatto doccia.

illuminazione_box_doccia_muratura

Houzz.com

In base dunque al tipo di illuminazione che vogliamo utilizzare possiamo inserire dei semplici faretti a led con luci, ai bordi del box doccia con luci bianche o colorate a secondo dell’effetto che vogliamo ottenere.
In commercio è possibile acquistare a prezzi molto contenuti striscie luminose, con una protezione speciale contro l’umidità, da posizionare facilmente all’altezza consigliata per risolvere velocemente il problema se non si intende intervenire direttamente sull’impianto elettrico già esistente.

illuminazione_box_doccia_muratura2Houzz.com

Box doccia: quali misure prendere prima di effettuare l’acquisto?

Grazie alla possibilità di acquistare un box doccia direttamente dal web a prezzi vantaggiosi si pone spesso il problema di come rilevare correttamente le misure per ordinare il giusto prodotto.

Ecco qui in pochi passi come fare

  • effettuare una foto dello spazio in cui verrà inserito il box doccia risulta sempre utile per avere un’idea più chiara sulla scelta finale
  • identificare la misura sia all’interno del piatto doccia e sia la misura esterna (e se necessario specificarle in fase di acquisto) è molto importante tenere presente che queste misure devono essere rilevate con i rivestimenti già posati
  • verificare la presenza di mobili o sanitari che possano limitarne l’apertura, ad esempio nel caso vi piacesse l’idea di un box doccia con anta a battente
  • controllare se le pareti hanno eventuali pendenze o sono perfettamente in bolla e questa considerazione è opportuna anche per il piatto doccia
  • se il piatto doccia (specialmente per il semicircolare) è già installato conviene fornire al rivenditore la marca e il modello cosicchè possa verificare direttamente le misure da catalogo
  • misurare lo spessore del piatto doccia risulta utile per la scelta del box doccia con poco profilo come propone il design più attuale

Concludendo:  come avrete visto non è poi così difficile e con questi pochi accorgimenti risparmierete sia tempo che denaro!

 

box_doccia_ITKAS1A

Come montare un box doccia in 4 semplici passaggi

box doccia 4 passaggi

Oggi scegliere e montare un box doccia standard di qualità diventa semplice anche per chi non è esperto del settore.

Vediamo in 4 semplici passaggi come portare a termine questa operazione:

1. Utilizzando una livella a bolla tracciamo una linea verticale lungo le pareti del bagno e ai bordi del piatto doccia, a seconda di dove poggerà il box doccia. Montiamo i bordi sagomati che verranno fissati alla parete mediante tasselli
2. sul bordo del piatto doccia fissiamo i profili nei quali scorreranno i binari delle pareti del box doccia e la stessa operazione verrà svolta per i binari superiori naturalmente
3. fissiamo ai binari solo le due pareti che devono rimanere fisse tramite i fori predisposti e fissiamo con le viti
4. Infine sigilliamo i bordi delle pareti e sul piatto doccia con silicone per evitare la fuoriuscita di acqua  e attendiamo almeno 24 ore prima di utilizzare la nuova doccia

Si potrà poi completare il tutto con gli accessori quali, una colonna doccia ad esempio che permetterà di aggiungere un momento di relax alla doccia ed è facilmente installabile anche in un secondo momento. Se invece preferisci, potrai montare un semplice soffione per doccia a pioggia di dimensioni medie per ottenere una cabina doccia semplice ma completa.