Category Archives: Senza categoria

Come pulire il box doccia in plastica?

pulizie doccia

Fare le pulizie è sempre un compito ingrato ma con piccoli accorgimenti è possibile svolgerlo con meno fatica e in modo veloce.

Ecco come pulire, ad esempio, il box doccia in 4 mosse veloci e con pochi detersivi naturali.

Pulire l’interno del box doccia

Il fastidio più grosso nella pulizia del box doccia è l’eliminazione del calcare che si forma frequentemente e per debellarlo, completamente,  ti basterà comporre una miscela di aceto bianco, limone e bicarbonato.

Strofina questa emulsione con una spugna abrasiva o, ancora meglio, con un vecchio spazzolino, per poter raggiungere meglio le fughe delle piastrelle e le fessure del piatto doccia. Lasciando agire il composto per qualche minuto e sciacquando con abbondante acqua vedrai subito il risultato.

Pulire le pareti del box doccia

Che il tuo box doccia sia in vetro o in plastica non cambia.
Il miglior metodo per la pulizia delle pareti è l’aceto. Prendi uno spruzzino con 2 parti di aceto e 1 di acqua. Usa la miscela sulle pareti passando con un panno delicato. Per ottimizzare, puoi utilizzare un tergivetro eliminando così le goccioline d’acqua.

Pulire le parti in plastica

E’ qui che il sapone si deposita creando antipatici aloni gialli. Anche in questo caso, acqua e aceto con una piccola quantità di alcool denaturato forniscono la soluzione perfetta!

Pulire il soffione del box doccia

Infine,non rimane che occuparsi del soffione, il quale essendo a diretto contatto con il calcare presenta spesso i fori otturati.
Ti basta smontare il soffione e immergerlo in aceto e acqua calda per qualche ora e, se la situazione è più impegnativa, ti puoi aiutare con un ago per eliminare i residui più duri.

Come vedi, bastano pochi prodotti e un po’ di attenzione per mantenere in perfetto stato il tuo box doccia!

Chi inventò la doccia?

Nel quotidiano si parla di doccia come se fosse sempre esistita ma in realtà il suo utilizzo è abbastanza recente.

Vi siete mai chiesti quando e chi effettivamente inventò questo modo geniale di mantenere la propria igiene personale?

docciavintage

A dire il vero, alcune testimonianze sull’esistenza della doccia ci arrivano dall’Antica Grecia e dall’Antico Egitto ma la doccia moderna risale al XIX secolo.

Esattamente, nel 1872 Merry Delabost medico della prigione di Bonne-Nouvelle di Roen,  in cerca di una soluzione per l’igiene personale dei detenuti, ideò delle docce collettive con flussi di acqua singoli.

Dal 1879 in poi le docce vennero rese obbligatorie, per i propri soldati, dall’esercito prussiano.

Naturalmente il concetto di doccia si è evoluto nel tempo fino ai giorni nostri.

La doccia, oggi, non è più solo uno strumento di pulizia ma un vero momento di benessere personale sia fisico che mentale.

Questa la funzione principale dei box doccia ed,  in particolare, di quelli con idromassaggio che si completano addirittura con sauna e bagno turco per un servizio a 360°.

Le forme e le rifiniture stesse hanno subito  un’evoluzione.
Il design dei box doccia si è trasformato da cabina chiusa, quasi in modo ermetico, a parete in vetro trasparente che si fonde con la stanza da bagno diventando invisibile grazie alla sua trasparenza.. C’è da chiedersi che trasformazione subirà andando avanti. 🙂

Certo è che l’invenzione della doccia ha portato numerosi vantaggi nella nostra quotidianità

  • una sensibile riduzione del consumo idrico che passa da 150 litri per riempire la vasca da bagno ai 10-15 litri al minuto sotto la doccia per cui più gestibile
  • la velocità di utilizzo anche in diversi momenti della giornata
  • una maggiore igiene grazie all’acqua corrente
  • maggiore spazio nella stanza da bagno

E voi ne avete riscontrati altri?

Fonte www.wikipedia.org
Immagine www.apartmenttherapy.com

5 benefici della doccia con acqua fredda

Fare la doccia è un’abitudine legata all’igiene personale e normalmente preferiamo farla con acqua calda o leggermente tiepida.

E’ risaputo però che la doccia alternata tra acqua calda e acqua fredda è un toccasana per l’organismo e allora vediamo quali sono 5 dei benefici reali di questa pratica.

#1 Migliora la circolazione, beneficio primario per chi ha problemi di circolazione alle gambe poiché favorisce l’ossigenazione dei tessuti

#2 Migliora il sistema immunitario, reagendo nell’immediato alla sensazione di freddo il corpo stimola il sitema immunitario rispondendo meglio a virus e infezioni

3# Risveglia l’organismo, per chi ha l’abitudine di fare attività sportiva la mattina una bella doccia fresca tonifica e prepara alla giornata cancellando la stanchezza

4# Migliora la pelle, sia all’interno che all’esterno mantenendone l’elasticità al contrario dell’acqua calda che favorisce il rilassamento e il comparire delle rughe

5# Migliora i nostri capelli, li rendi più lucenti e idratati. L’uso dell’acqua troppo calda rende i capelli secchi creando, inotre, eventuali problemi di forfora

Questi sono alcuni dei benefici che la doccia con acqua fredda garantisce e naturalmente teniamo presente che, se ancora non abbiamo questa abitudine, dobbiamo iniziare in modo graduale aumentando man mano l’utilizzo dell’acqua fredda rispetto alla calda altrimenti rischi di risultare una tortura più che un piacevole momento.

doccia fredda

 

Ricambi per il box doccia: le guarnizioni

In tempi di crisi si è riscoperto il valore degli oggetti per cui prima di gettare e acquistare nuovamente qualcosa ci si pensa due volte.

Tanto più in casa, se parliamo di mobili e accessori o, come nel caso del bagno, anche di sanitari.

Il box doccia è uno di questi elementi e per quanto si possa non aver speso una cifra esorbitante si può essere oculati e pensare di mantenerlo con un po’ di fai da te.

Si perchè il box doccia che viene usato giornalmente si presta facilmente al deterioramento per alcuni dei componenti come le guarnizioni, le cerniere o i profili.

In pochi passaggi e senza spendere grandi cifre è possibile dunque sostituirli prestando solo attenzione ad acquistare quelli giusti per il proprio box doccia.

Nel caso, ad esempio, delle guarnizioni per box doccia è possibile sceglierli per il modello specifico di box doccia oppure optare per i modelli universali cioè che si adattano a tutti i modelli e sia nella versione semplice che in quella calamitata.

Le guarnizioni sono in pvc con aletta morbida per evitare la fuoriuscita di acqua durante la doccia.

Sono semplici da installare poiché si inseriscono facilmente nella corsia della porta,  nel caso di un box doccia con ante scorrevoli.

guarnizioni per box doccia

 

Per le porte battenti invece saranno più indicate le guarnizioni con aletta a zig zag.

Velocemente potrai quindi ripristinare il tuo box doccia in modo autonomo e assolutamente poco costoso!

Il calcare, fastidiosa presenza nella doccia

Si sa il calcare è una presenza, spesso costante, all’interno del box doccia.
Utilizzando l’acqua giornalmente è facile che venga a crearsi poiché la sua formazione dipende dall’acqua calda che evapora e crea le incrostazioni che alla lunga diventano difficili da eliminare e limitano l’efficienza del soffione o della rubinetteria.

Il soffione è l’accessorio che più viene colpito perchè il calcare si forma proprio intorno ai forellini da cui fuoriesce l’acqua e se non viene fatta la giusta manutenzione, nel tempo può arrivare addirittura a scoppiare letteralmente.

Per quanto riguarda il box doccia il problema è più estetico perchè il calcare si fissa sul vetro magari trasparente creando aloni o le piccole macchie bianche.

In generale comunque il calcare è dannoso per tutto l’impianto idraulico.

calcare

houzz.it

Come prevenire la formazione del calcare?

Innanzitutto possiamo verificare la durezza dell’acqua nella nostra casa, e nel caso in cui l’acqua risulti particolarmente dura si potrà installare un addolcitore che trattiene gli ioni calcio e magnesio (sono gli elementi che conferiscono la durezza dell’acqua). Durante il suo intervento l’addolcitore ricombina poi questi elementi rigenerando l’acqua.

Per evitare grandi spese è possibile installare facilmente un filtro anti calcare da posizionare direttamente in prossimità del contatore dell’acqua.

In questo modo sarà possibile migliorare l’efficienza dell’impianto idrico riducendo i consumi energetici.

Basta infatti una stratificazione di 2 mm all’interno della tubatura per aumentare il consumo energetico del 10%.
Se nel tempo non viene effettuata la giusta manutenzione questi consumi possono aumentare fino al 70%.

Quindi perchè non pensarci prima ed evitare ulteriori spese poi?

Le nuove colonne doccia

Fino a qualche anno fa,  per colonne doccia si potevano intendere solamente il soffione classico con il saliscendi per regolarne l’altezza e la rubinetteria.
Oggi, diventano veicolo di benessere per il corpo, grazie alla possibilità di offrire diverse funzioni attraverso getti direzionabili che creano l’effetto idromassaggio a seconda della zona del corpo che si vuole trattare. Infatti normalmente sono dotate di una serie di 6 getti, allineati tra loro, per trattare il corpo dall’alto al basso sia nella parte destra che sinistra.

colonna_doccia1
La colonna doccia può essere dotata anche di altre caratteristiche che ne aumentano l’efficiacia.
Il soffione principale diventa creativo attraverso dei led colorati, inseriti al suo interno, che creano l’effetto cromoterapico per rendere la doccia stimolante o rilassante a seconda dell’esigenza del momento.
La maggior parte di questo nuovo tipo di colonne doccia va semplicemente collegato ai tubi dell’acqua, senza particolari lavorazioni idrauliche.
Altri modelli più tecnologici propongono anche radio e telefono attraverso l’uso di un display digitale.
L’estetica assume un ruolo importante in questo accessorio da doccia così interessante. Vediamo, quindi, in commercio modelli con design particolari e materiali innovativi.
La colonna doccia trasforma così il tuo box doccia in un angolo di benessere, anche di piccole dimensioni e con una spesa contenuta.

 

BOX DOCCIA: MEGLIO IN VETRO O IN PLASTICA?

E’ assodato che il box doccia è un elemento indispensabile all’interno della stanza da bagno.
Quando si presenta il momento di sostituirlo o di sceglierlo per la prima volta, uno dei primi aspetti da tenere in considerazione subito dopo la scelta del modello, è il materiale.
Quindi ci si chiede se è meglio scegliere il vetro o cristallo temperato oppure il metacrilato, più conosciuto come plexiglass.
Ecco in modo veloce e immediato quali sono le caratteristiche dei due materiali con vantaggi e svantaggi.

Metacrilato

  • economico
  • resistente agli urti
  • dura meno nel tempo perchè la plastica si rovina con facilità e il calcare si deposita in modo visibile

box_doccia_plexi

Cristallo temperato

  • più costoso
  • più sicuro poiché il vetro viene sottoposto ad un trattamento termico che lo rende più pratico nel caso di rottura accidentale poiché tende a sgretolarsi, a differenza del metacrilato
    maggior resa nel tempo, non viene aggredito da muffe o agenti che lo possano rovinare e dunque anche più igienico
  • offre più varianti, dal trasparente al satinato, allo sfumato in varie colorazioni

box_cristallo2        box_cristallo

A questo punto a voi la scelta in base alle vostre esigenze!

Moderne colonne doccia

Le colonne doccia sono l’ideale per completare la tua cabina doccia semplice con un’idromassaggio a costi più contenuti.

I modelli proposti nel mercato seguono il design contemporaneo, linee pulite e materiali che durano nel tempo come ad esempio l’acciaio, non hanno più solo lo scopo di utilizzare il soffione principale ma bensì sono dotate di idrogetti che le trasformano in colonne idromassaggio a tutti gli effetti.

colonna doccia acciaio

Spesso dotate di un doccino sono facilmente installabili, semplicemente sostituendo il miscelatore già esistente e collegando i tubi dell’acqua calda e dell’acqua fredda sul retro della colonna.

E poi troviamo delle vere e proprie colonne con almeno 6 idrogetti orientabili e con varie intensità da direzionare a seconda della zona corpo che vogliamo rilassare.

Dotati,  inoltre, di portaoggetti e specchi per poter utilizzare anche prodotti di bellezza durante la doccia.

colonna doccia idromassaggio

La scelta dipende solo dal gusto personale e dallo stile del nostro arredo bagno.

Gli accessori per il box doccia

Dopo l’acquisto più importante del box doccia e dei sanitari per il nuovo bagno, possiamo corredare la stanza con altri utili accessori. Anche per questi prodotti si apre un mondo con la possibilità di scegliere tra vari stili, ma l’ideale sarà una scelta fatta sulla base degli elementi già presenti.
Partiamo dunque dagli accessori per il box doccia e con questi intendiamo principalmente il soffione per doccia o il soffione con asta.
La scelta dipende anche dalla portata dell’acqua per cui potremmo essere obbligati, ad esempio, alla scelta di un soffione a parete piuttosto che un soffione magari a soffitto. Inoltre, se non disponiamo anche di una vasca da bagno, potrebbe essere utile un soffione con asta e a seconda del momento potremmo utilizzarla o meno per una doccia completa o parziale.
Per quanti riguarda la composizione di questo accessorio, passiamo dal più classico soffione a parete, al soffione di design con cascata a pioggia.

soffione_design             soffione_design_moma  soffione_design_3

Mentre per il soffione con asta, dal più semplice come questo

017004-asta-portasoffione

a qualcosa di più accessoriato come questo modello

saliescendi_boxdoccia_2

Le nuove proposte di mercato si occupano anche del benessere attraverso la cromoterapia e dunque potremmo acquistare anche un doccino con led colorati e amplificare i vantaggi di una doccia rilassante o energizzante, secondo la necessità personale.

soffione_led_colore

La vasca si trasforma in box doccia con le chiusure sopra vasca

Se nella tua stanza da bagno è presente la vasca che vuoi utilizzare anche come doccia, la miglior soluzione oggi è la chiusura sopra vasca  poichè la trasforma in un box comodo senza il dramma della pulizia da effettuare a fine doccia.

In commercio ne esistono di vari modelli, dalle pareti singole che occupano poco spazio sul bordo della vasca e che sono semiremovibili per permettere una facile pulizia,  ai box a soffietto o ad ante scorrevoli che permettono di creare una cabina vera e propria e scorrono lungo tutti i bordi della vasca fino a chiuderla completamente.

Inoltre, come per i box doccia è possibile scegliere le varie aperture:

  • apertura centrale
  • apertura laterale
  • apertura ad angolo

Box_sopravasca_soffietto

I materiali da scegliere per le pareti sopravasca possono essere il cristallo per la parete fissa o le ante scorrevoli e il metacrilato o pvc  per il soffietto.

Alcune ecommerce offrono la possibilità di ordinare il prodotto in pvc scegliendo colori diversi dal bianco più classico, e poter adattare la cabina al tuo arredo bagno.